Notizie

Chiusura iscrizioni

16 Novembre, 2019

Le iscrizioni alla prima edizione del Premio Mimmo Cándito sono chiuse.

Invito ai più giovani

5 Novembre, 2019

Alla vigilia della scadenza del primo Bando del Premio “Mimmo Càndito-Giornalismo a Testa Alta” (15 novembre 2019), ci fa piacere ricordarvi che a questo link potete rileggere il testo del Bando stesso, e soffermarvi in particolare sulla voce “Progetto di Inchiesta” che è stata pensata soprattutto per i giovani (collaboratori, free-lance, blogger, titolari o allievi di master in giornalismo) che cercando di  iniziare o consolidarsi nella professione, vogliano cimentarsi sul campo di loro interesse in un’esperienza significativa.

Dovranno inviare l’argomento, il luogo o i luoghi della loro indagine, itinerari e mezzi di trasporto, preventivo di spesa: l’Associazione Mimmo Càndito finanzierà l’avventura del vincitore con una cifra fino a 3.000 euro.In tempi così difficili  per il nostro mestiere, il Premio è un’occasione preziosa per i più determinati, sul solco di quanto ha vissuto Mimmo Càndito, reporter di guerra e per vent’anni presidente italiano di Reporters Sans Frontieres.Grazie per l’attenzione, e con preghiera di diffusione

I Edizione – entro il 15 novembre un’inchiesta realizzata o un progetto di reportage

31 Ottobre, 2019
Nello spirito che animava il reporter e scrittore, l’Associazione Mimmo Càndito ha pensato, oltre che al progetto più tradizionale di premio “Opera di inchiesta”, ad un secondo riconoscimento “Progetto di inchiesta”, rivolto a quanti vorrebbero fare reportage fra i collaboratori, pubblicisti, free lance, blogger, titolari e allievi di Master in giornalismo in cerca di occupazione.

Si concorre inviando, appunto, un progetto di reportage, con la specificazione dell’argomento, luogo o luoghi d’inchiesta, itinerari e mezzi di trasporto. Il preventivo di spesa non dovrà superare i 3.000 euro per quanto riguarda l’impegno del Premio.
Il reportage verrà pubblicato in evidenza su questo sito.

L’autore sarà comunque libero di diffondere il suo lavoro citando in calce il premio. Allo stesso sito occorre fare riferimento per tutte le informazioni utili (anche per l’opera d’inchiesta, naturalmente).

“Un fantasma ammazzato da francesi e inglesi 100 anni fa”

14 Ottobre, 2019

Ecco quanto scriveva Mimmo, nel lontano 30 marzo 2003: la questione curda verificata sul campo, nel corso della Seconda Guerra del Golfo. Confrontate con gli avvenimenti attuali: isolamento dei Curdi, politica della Turchia, ambiguità della politica di Washington. Avrete un esempio di cronaca di guerra, intrecciata con la storia…futura.

Un articolo del 2003 tratto da “La Stampa, ci fa ben capire gli sconvolgimenti politici di quell’area in 17 anni, e come la questione curda non possa avere spazio nella politica turca.

“Un fantasma ammazzato da francesi e inglesi 100 anni fa”

La saga di un popolo forte. L’incredibile storia dei Curdi 

C’è un fantasma che in questi giorni se ne sta sul ciglio delle montagne che s’alzano lassù, nel nord dell’Iraq. E’ un vecchio fantasma, l’ammazzarono francesi e inglesi un secolo fa; e i turchi gli diedero una mano. Ora il fantasma se ne sta seduto su un barile di petrolio; è il suo destino, ma è anche la catena che lo lega per sempre alla imposibbilità d’essere altro che un fantasma. 

(altro…)